Skip to content

5 aspetti essenziali nella gestione del ristorante

Cosa nota il cliente sulla gestione di un ristorante? Solo il cibo? Anche se la qualità dei loro pasti è ciò che apprezzano di più, ci sono anche altri aspetti del business che sono importanti per i clienti, e a volte decisivi quando si fa una raccomandazione.

Se hai mai tirato fuori i capelli pensando….. “Il mio cibo è delizioso, ma il mio servizio è così lento….” “I miei pasti sono deliziosi, ma il mio lavoro manca di atmosfera“….. È tempo di agire, almeno nelle 5 aree che i clienti prendono maggiormente in considerazione nella gestione di un ristorante:

#1 – Pulizia

I clienti saranno più attenti alla pulizia di un ristorante che al servizio?

Il presente rapporto, condotto dalla società SCA dichiara di farlo. Hanno usato la tecnologia di eye-tracking per ricercare attraverso i propri occhi l’esperienza dei commensali nei ristoranti di sei paesi europei.

Una delle conclusioni dello studio è che la mancanza di igiene è la seconda ragione dell’insoddisfazione dei clienti nei ristoranti, a causa della scarsa qualità degli alimenti. Un bagno pulito con carta igienica, sapone e asciugamani è molto apprezzato.

La toilette sembra essere una piccola parte del business, ma non è meno importante di tutto il resto. La percezione del cliente è che se il bagno è pulito, lo sarà anche la cucina, il che dà loro sicurezza e tranquillità.

# 2 – Una cucina a vista

I clienti preferiscono sempre più spesso che lo chef e i cuochi siano coinvolti nella loro esperienza di ristorazione. Ecco perché le cucine aperte sono diventate una tendenza.

Questa impostazione aggiunge valore aggiunto al ristorante: i clienti apprezzano la possibilità di vedere come vengono cucinati i propri pasti garantendo al tempo stesso l’igiene della cucina. Uno spettacolo dal vivo che promuove la lealtà.

Il ristorante Ma Cocotte a Parigi ha una cucina a vista, lunghi tavoli come in una mensa scolastica ed è circondato da un mercato dell’antiquariato e dell’arte moderna. Un ambiente che permette ai suoi commensali di vivere un’esperienza multisensoriale.

 

# 3 – Abbigliamento da tavola

Ai clienti piace vantarsi di ciò che mangiano sui social network, per cui i piatti su cui viene servito il cibo è più importante che mai. I ristoranti lo stanno prendendo sempre più sul serio. Esempi?

Lo chef René Redzepi, del ristorante Noma di Copenhagen, è uno dei motori di questa tendenza. Utilizza stoviglie che si abbinano allo stile naturalistico della sua cucina. Infatti, quando ha aperto una versione pop up di Noma a Tokyo per 5 settimane, il successo è stato tale che ha poi lanciato un negozio online che ha commercializzato una linea di prodotti creati in collaborazione con 14 artisti giapponesi.

Il ristorante Le Bien Aimé di Parigi, situato nella Francia del XVIII secolo, porta i commensali indietro nel tempo per rivivere la monarchia francese. Il suo abbigliamento da tavola maestoso e sartoriale è uno dei suoi principali protagonisti.

Fatto interessante: la biancheria da tavola può cambiare la percezione del cibo. Uno studio condotto dall’Università di Oxford nel Regno Unito e dal Politecnico di Valencia, Spagna, ha dimostrato che il colore e il materiale dei piatti e delle posate possono influenzare il gusto e l’aroma degli alimenti.

Di conseguenza, il cioccolato ha un sapore migliore se servito in una tazza arancione e crema di fondo, e il cibo servito in ciotole dà l’illusione che il cibo sia più denso e più ripieno.

# 4 – Attenzione personalizzata

Tutti i commensali vogliono un cameriere amichevole che sia educato, veloce e che si goda il loro lavoro. Se aggiungiamo un’attenzione personalizzata al mix, abbiamo il dipendente perfetto.

I ristoranti che dispongono di banche dati dei clienti e li utilizzano per fornire un trattamento speciale ai loro commensali hanno aumentato il loro fatturato e la loro fedeltà.

Prendiamo Marcos. Quando arriva al ristorante, il cameriere lo sa:

-Che gli piace il vino bianco.

-Che di solito va a trovare con la moglie e la figlia di 2 anni.

-Che le ultime due volte che ha visitato, ha ordinato l’anatra.

Quando arriva il cameriere usa il suo nome per rivolgersi a lui, e lo indirizza al tavolo che è pronto per lui con un seggiolone per sua figlia. A titolo introduttivo, dice:

“Ho una bottiglia dello stesso vino che hai chiesto durante la tua ultima visita, vorresti di nuovo lo stesso?” Oppure: “L’anatra di oggi è fantastica, ne prenderemo una per te o preferisci qualcosa di diverso?”.

Questo cliente tornerà? Che ne pensi?

Clicca qui per ottenere il tuo database e personalizzare il tuo servizio clienti con TheFork Manager

# 5 – Rapporto qualità-prezzo

Una delle frasi più ripetute dai commensali quando valutano la gestione dei ristoranti è il rapporto qualità-prezzo. E anche se questo può essere soggettivo e variare a seconda del budget del cliente, è uno dei punti più importanti nel settore della ristorazione.

 

Un modo per sapere se i vostri prezzi corrispondono alla qualità che state offrendo, è quello di essere a conoscenza del punteggio della vostra azienda su siti come TripAdvisor o TheFork nella sezione “Value for money”.

I ristoranti generalmente ricevono buoni punteggi in questa zona, quindi avere un cattivo punteggio è un segno che è necessario regolare i prezzi, perché i clienti non ritornano ai ristoranti quando sentono di essere stati strappati via.

Scopri i punti deboli del tuo ristorante

Ogni ristorante ha le proprie caratteristiche. Per scoprire su cosa si concentrano maggiormente i clienti che visitano il vostro ristorante e su quali aspetti devono essere migliorati, potete fare diverse cose:

  • Inviare un sondaggio di soddisfazione via e-mail ai clienti dopo che lasciano il ristorante. Puoi farlo regolarmente anche nelle tue campagne di emailing.
  • Chiedete loro direttamente la loro esperienza culinaria attraverso una conversazione naturale e non commerciale.
  • Dare loro schede che elencano i siti dove possono lasciare le loro recensioni.
  • Controlla quotidianamente le recensioni dei tuoi clienti su internet, Facebook, account di social network e soprattutto su siti specializzati.

Desidero inviare ai miei clienti sondaggi di soddisfazione con TheFork

E’ passato il tempo in cui il cibo era il protagonista della gestione del ristorante. I clienti, oltre a mangiare, vogliono vivere un’esperienza: i ristoranti devono lavorare su una varietà di aspetti per brillare e distinguersi. Ti occupi di queste 5 aree del tuo ristorante? Ne vale la pena?